Pane di farine biologiche integrali grano duro Senatore Cappelli, orzo e kamut 1 kg circa
  • Pane di farine biologiche integrali grano duro Senatore Cappelli, orzo e kamut 1 kg circa

Pane integrale di farine biologiche di grano duro Senatore Cappelli, orzo e kamut 1 kg circa

6,50 €

Il Pane dei monaci dell'Abbazia di San Paolo, è un pane a lievitazione naturale della durata di dodici o quattordici ore, cotto in forno con legna di quercia. Questo pane è fatto con farine biologiche integrali: grano duro "Senatore Cappelli", orzo e kamut. Lievitato con fermenti vivi ed aggiunta di sale rosa himalayano.

Per la fragranza, il profumo, la consistenza e la conservabilità (fino a dieci giorni), è quello che comunemente viene definito il "pane di una volta".

La lievitazione con fermenti lattici determina una naturale umidità  a fine cottura e una alveolatura (grandezza dei buchi nella mollica) ridotta. Il grano duro Senatore Cappelli ha un alto contenuto di antiossidanti, luteina e betacarotene. L'orzo, un cereale ancora poco utilizzato nella nosta dieta, ha caratteriste e proprietà  proteiche benefiche per il nostro organismo. Ha una composizione in nutrienti per molti aspetti superiore a quella degli altri cereali. Numerosi studi hanno dimostrato gli aspetti salutistici dell'orzo, attribuiti in primo luogo alla presenza della fibra solubile betaglucano. Questa fibra infatti ha un effetto di riduzione del rischio di insorgenza sugli alti livelli di colesterolo nel sangue, in quanto contribuisce a mantenerli nella norma ed è consigliata come ingrediente negli alimenti a basso indice glicemico, che riducono la risposta glicemica dopo l'ingestione di un pasto. L'orzo e gli alimenti derivati, inoltre, grazie alla notevole quantità di fibra alimentare totale, possono contribuire a regolare la sazietà  e quindi il peso corporeo. Il kamut è un antico cereale, coltivato già  all'epoca dell'antico Egitto, è particolarmente nutriente, molto assimilabile e digeribile, ma il suo punto di forza è l'abbondante presenza di selenio e vitamina E che, combinati, inibiscono la formazione di radicali liberi, corresponsabili della genesi di molte malattie degenerative. 

Nell'intestino è un vero probiotico in quanto migliora i disturbi del metabolismo (glicemia, colesterolemia, peso, ecc), rinforza il sistema immunitario, coadiuva l'alimentazione in oncologia e svolge un'eccellente azione antiossidante. E' ricco di fermenti vivi.

Riferimenti Specifici